Opportunità in Tunisia, in accordo con Ambasciata organizzo missione multisettore per max 10 imprese

italiatunisiaOggi vi parlo della mia attività di assistenza alle imprese per l’internazionalizzazione e delle opportunità che ho riscontrato questa volta  in Tunisia, uno dei paesi del nord Africa che si sta sviluppando con numeri importanti. A pochissima distanza dall’Italia, con un clima temperato e con buone occasioni di concreto interesse economico in diversi settori dell’industria agro alimentare, energetica alternativa, commercio e turismo. Organizzo una missione per un massimo di 10 imprese italiane    per fare affari e accordi con operatori tunisini che si svolgerà nel marzo 2015. Le aziende hanno possibilità di aderire entro e non oltre il 15 febbraio 2015. Organizzo questa missione in collaborazione con organi internazionali certificati e in accordo e collaborazione con la nostra Ambasciata che ospiterà una manifestazione  ad hoc con la selezione degli operatori locali, invio di un invito agli operatori dei vari settori, followup telefonico, organizzazione di incontri istituzionali, organizzazione di incontri bilaterali tra operatori italiani e tunisini, organizzazione di visite aziendali e coordinamento generale dell’iniziativa. Per informazioni e dettaglio costi di partecipazione vi rimando alla mia email info@agostinoingenito.it  . Qualche ulteriore informazione ve la fornisco per un’interessante iniziativa che riguarda la produzione e installazione di pannelli fotovoltaici. In questo caso ho possibilità di fornirvi consulenza diretta per ottenere benefici e contributi a fondo perduto per tale attività nell’ambito di un accordo internazionale già avviato e di importante opportunità che sarà presentato in occasione della missione. Inoltre vi informo che sono attive interessanti linee di credito agevolato per le imprese italiane e/o miste che intendono operare in Tunisia e che prevedono importanti tassi e rateizzazioni nel tempo. Considerata un apripista nel Nord Africa e nel mondo arabo, la Tunisia è stata tra i primi paesi della sponda sud del Mediterraneo a introdurre importanti riforme economiche market-oriented già negli anni Novanta e il primo partner mediterraneo ad avere il libero scambio con l’Unione europea a partire dal 2008. Ciò ha contribuito ad attrarre investitori stranieri in particolare dai paesi della sponda nord del Mediterraneo, che hanno potuto approfittare di alcuni importanti benefici offerti dal paese come la presenza di zone industriali all’avanguardia, una legislazione per gli investimenti vantaggiosa e una forza lavoro qualificata e a costi contenuti, oltre che una posizione geografica strategica. Dopo essere stata il primo paese a inaugurare la stagione del risveglio arabo, da due anni la Tunisia sta affrontando una complessa transizione politica che, dopo l’approvazione della nuova Costituzione, dovrebbe concludersi con le elezioni legislative previste tra la fine del 2013 e la primavera del 2014. Sul piano economico, sebbene siano ancora necessari profondi ed efficaci interventi strutturali, non mancano segnali incoraggianti per una ripresa dell’economia del paese (proiezione 2013 Pil +4%) che aprirebbero nuove importanti opportunità di business per gli operatori stranieri.

Smart&Start, finanziamenti fino all’80% dell’investimento per startup innovative e giovani imprese

logo_smart_and_startEcco un’importante notizia per chi intende intraprendere un’attività di start up nei settori tecnologici e innovativi. Il bando online dal 16 febbraio consente l’accesso anche ad  imprese che siano costituite da non oltre quattro anni. La nostra consulenza può garantirti di accedere a questi finanziamenti. Ecco intanto le informazioni. Al via il nuovo Smart&Start Italia: con la pubblicazione della Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico, parte ufficialmente la nuova versione dell’incentivo rivolto alle start-up innovative su tutto il territorio nazionale. Alle ore 12.00 del 16 febbraio 2015 Invitalia aprirà ufficialmente lo sportello on line sul sitowww.smartstart.invitalia.it dove sarà possibile presentare le domande e i piani di impresa in forma completamentepaperless: non si tratterà di un click-day, in quanto la misura verrà gestita dall’Agenzia fino a esaurimento delle risorse disponibili e l’istruttoria delle domande presentate seguirà l’ordine cronologico di arrivo. Il nuovo Smart&Start ha una dotazione finanziaria di circa 200 milioni di euro ed è caratterizzato da alcune importanti novità: le agevolazioni sono estese a tutte le regioni italiane e non più solo alle regioni del Mezzogiorno e alle aree del cratere Aquilano. I finanziamenti sono destinati alle start-up innovative iscritte nella sezione speciale delRegistro delle imprese – di piccola dimensione, costituite da non più di 4 anni, ma anche alle persone fisiche che vogliono avviare una start-up innovativa. I piani di impresa dovranno essere caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, mirare allo sviluppo di prodotti e servizi nel campo dell’economia digitale o essere finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati della ricerca pubblica o privata. L’importo massimo finanziabile aumenta fino a 1,5 milioni di euro. Cambia anche la tipologia di agevolazione:sarà un finanziamento a tasso zero, ossia senza interessi, che potrà arrivare fino al 70% dell’investimento totale. La percentuale massima di finanziamento potrà salire all’80% se la start-up è costituita esclusivamente da donne o da giovani sotto i 35 anni, oppure se al suo interno c’è almeno un dottore di ricerca italiano che sta lavorando all’estero. Inoltre, solo per le start-up con sede nel Mezzogiorno e nel Cratere sismico dell’Aquila, è prevista una quota (20%) di contributo a fondo perduto. Le start-up costituite da non più di 12 mesi potranno beneficiare anche di servizi specialistici di tutoring tecnico-gestionale. “Con Smart & Start, per la prima volta in assoluto – – la Pubblica Amministrazione compie un’operazione totalmente paperless: la procedura di richiesta e concessione dei contributi avviene  infatti esclusivamente on line. La prima versione dell’incentivo, destinato solo alle regioni del Sud, ha registrato un risultato superiore ad ogni previsione, con circa 370 imprese finanziate in un anno. Ora, con l’estensione all’intero Paese, ma con condizioni di maggior favore per i neo-imprenditori del Sud, la misura avrà sicuramente un impatto maggiore e contribuirà non solo a sviluppare l’innovazione ma anche a trattenere o riportare in Italia le migliori energie”. Per informazioni e consulenze info@agostinoingenito.it 

Campania/Turismo, overbooking nei b&b per il Ponte dell’Immacolata

aboutPer il Ponte dell’Immacolata è Overbooking  nei b&b di Napoli, Penisola Sorrentina e Amalfi Coast, bene  Salerno.  Nelle aree interne tiene il turismo rurale in Irpinia, Beneventano e Alto Casertano.  Più stranieri ma anche timidi segnali di miglioramento per turismo interno, pernotti ridotti ma ricerca di qualità, prezzo concorrenziale e servizi, vince la prenotazione last minute e mediante la rete internet.  Abbac avvia formazione per operatori e chiede maggiore sicurezza e servizi.

Overbooking a Napoli e in gran parte della Campania per il “Ponte dell’Immacolata”. I bed & breakfast ed affittacamere registrano già da una settimana il tutto esaurito in molte località della regione.  Per  questo fine settimana è difficile trovare un posto letto nelle strutture ricettive extralberghiere  a Napoli sia del centro storico come del lungomare, bene pure al Vomero, nell’area flegrea e nell’area  vesuviana.  Tutto esaurito in molte strutture aperte della penisola sorrentina e costiera amalfitana, ma non sfugge il dato di Salerno che mantiene alto il numero di prenotazioni anche per l’attrazione  delle Luci d’Artista. Dati confortanti seppur non del tutto esaurito soprattutto in agriturismi  e country house nelle aree interne dell’Alto Casertano, Irpinia, bene Avellino e le località montane, timidi segnali positivi anche per il beneventano e nell’area del Cilento con buone prospettive di pernotti soprattutto nell’area costiera seppur con ridotte numero di strutture ricettive aperte.  I dati dell’osservatorio dell’Abbac, acquisiti mediante interviste telefoniche ad operatori associati, danno chiare le tendenze del viaggiatore attento alla spesa ma desideroso comunque di spostarsi seppur per brevi soggiorni ( massimo due pernottamenti). Più agevolate le mete e destinazioni turistiche facilmente raggiungibili con l’alta velocità e l’aeroporto o mediante la rete autostradale. “ Un buon segnale rispetto al periodo di crisi economica che sta attraversano il nostro Paese – dichiara il presidente Abbac Agostino Ingenito – Naturalmente come ormai una costante, il flusso di turisti è essenzialmente straniero per circa il 65% con punte anche superiori in Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana ma discreti riscontri si ottengono con la clientela italiana che per queste prime feste ha deciso di puntare verso un turismo interno”.  L’Abbac conferma anche prezzi invariati per queste prime feste con una forbice tra i 55 ai 110 euro a notte per una camera doppia nelle formula b&b. “L’obiettivo è cogliere le opportunità di un mercato che è in continuo cambiamento, nuove tendenze si affiacciano all’orizzonte, come pure sempre più stringente il rapporto recensione con prenotazioni online – continua Ingenito – Mediamente le nostre strutture ricettive sono online per il 90% dei casi, stiamo lavorando per migliorare il loro posizionamento in rete e garantire opportunità ulteriori. Con l’avvio del nuovo anno abbiamo in programma corsi di aggiornamento su web  e social marketing  oltre che di moduli per la corretta gestione di strutture ricettive professionali e non professionali – dichiara Ingenito – Stiamo inoltre intensificando le verifiche e controlli per stanare attività esercitate abusivamente a tutela delle nostre strutture e dei consumatori ma al contempo cerchiamo di accompagnare verso la regolarizzazione, una volta sanzionato chi ritiene di operare senza alcuna regola. E’ solo puntando alla qualità e alla tipicizzazione dell’accoglienza che si è in grado di vincere la sfida dei territori – conclude Ingenito – Auspichiamo che la legge regionale e l’avvio dei poli turistici possa offrire ora un contributo rilevante verso un miglioramento dei servizi di accoglienza oltre che una maggiore sensibilità delle istituzioni a garantire infrastrutture e servizi trasporti e sicurezza”.

Turismo:Ingenito (Aigo): “Sì lotta ad abusivismo ma con regole chiare

DSC_0015“Ricettività parallela non è sinonimo di illegalità. Alcune considerazioni sommarie, diffuse a mezzo stampa in questi giorni, offendono i tanti operatori onesti che svolgono attività ricettiva integrativa del reddito o professionale, rispettando regole, norme e versando quanto dovuto ad un fisco, spesso opprimente, e non sempre capace di accompagnare le variegate esigenze di un mercato in continuo cambiamento”.E’ quanto afferma il presidente di AIGO- l’Associazione Italiana Gestori Ospitalità e ricettività diffusa di Confesercenti – Agostino Ingenito, secondo il quale “la lotta all’illegalità è giusta, ma con regole chiare per tutti. Il mercato turistico è in continua evoluzione, il turismo individuale e l’esplosione della rete internet hanno imposto nuovi modelli e modalità di ospitalità che non possono essere colpevolizzati. Si può e si deve fare lotta comune all’illegalità e all’abusivismo – sottolinea Ingenito – anche e soprattutto nelle maggiori città turistiche, che vedono spesso il proliferare di vere e proprie strutture ricettive abusive, ma le diverse competenze amministrative per il turismo non consentono di avere chiari modelli di riferimenti e azioni condivise”.“Ecco perché – spiega il presidente AIGO – auspichiamo un approfondimento su tematiche concrete, per garantire sviluppo e opportunità per il turismo in Italia, condividendo progetti su regole e norme, ma anche avviando azioni forti per rendere più competitivo il settore rispetto agli altri colleghi operatori europei e internazionali. Restano, infatti, ancora sul tappeto diversi temi non risolti, come per la tassa di soggiorno, i costi gestionali e del personale, il ruolo delle OLTA nell’intermediazione. La nostra Associazione – conclude Ingenito – lavora da sempre per stimolare il recupero di aree interne e per accompagnare i nuovi processi di accoglienza extralberghiera che rispondano ad ecosostenibilità ed a modalità diverse di fare vacanza; prerogative che il nostro comparto riesce meglio ad interpretare”.

Napoli, morto in stazione, Ingenito (Abbac Confesercenti) “Assurdo non aver defibrillatore o assistenza medica”

agostino-ingenito-presidente-abbacaigo-540x472Dichiarazioni di Agostino Ingenito – presidente Abbac e membro di giunta provinciale Confesercenti Napoli – “Rattrista sapere dell’uomo morto di infarto mentre attendeva il treno della circumvesuviana nella stazione di piazza Garibaldi. Non lo so se si sarebbe potuto salvare ma forse un posto sanitario in una stazione frequentata da migliaia di persone al giorno sarebbe necessario. Meraviglia non poco sapere che il posto di sorveglianza non ha neppur in dotazione un defibrillatore. Come rappresentanti del turismo abbiamo posto la necessità ormai inderogabile e più volte che vi sia un minimo di assistenza sanitaria come di garantire maggiore sicurezza per un’are assai complessa. Chiediamo alla Regione Campania di dotare l’info point turistico di un defibrillatore a possibile uso di turisti e viaggiatori in attesa che sia possibile ed auspicabile realizzare un presidio di primo soccorso all’interno della stazione.

A Sorrento un corso di aggiornamento extralberghiero promosso dall’Abbac

foto-agostino-ingenitoAggiornamento gratuito riservato agli operatori ricettivi extralberghieri della penisola sorrentina. Si svolge venerdì 28 novembre ore 10,30 a Sorrento presso la sede dell’Azienda Soggiorno e Turismo, un corso di aggiornamento per operatori ricettivi extralberghieri ( B&B, affittacamere, case ed appartamenti per vacanze) Il seminario è gratuito per gli operatori ed interessati . A dare un contributo informativo anche esperti del settore social web con consigli su come proporsi su internet, il sistema delle prenotazioni online e social web marketing. Inoltre il responsabile statistiche informerà sulle modalità degli adempimenti obbligatori Istat mentre un esperto contabile fornirà informazioni per la corretta gestione. Inoltre sara’ presente il presidente Abbac per offrire consigli e consulenze. Prevista la probabile presenza dell’assessore regionale al turismo Pasquale Sommese per informare gli operatori sulla nuova legge regionale al turismo. “Con questo seminario di aggiornamento – avviamo un piano informativo sul territorio regionale per fornire informazioni e adeguamenti previsti dalle normative – dichiara il presidente Abbac Agostino Ingenito – Si tratta di un’attività che svolgiamo da anni a tutela degli operatori in regola e dei nostri viaggiatori. Le nuove disposizioni per le notifiche delle persone alloggiate, degli obblighi Istat, del pagamento della tassa di soggiorno come di una corretta gestione contabile ed economica sia per le strutture ricettive professionali che gestite in forma non imprenditoriale, sono elementi importanti per il nostro comparto che riscontra un interesse sempre più crescente tra i tanti diversi target di viaggiatori individuali che preferiscono le nostre tipologie di ospitalità turistica”.